Coreggi la postura se vuoi muoverti senza dolore

Home / Articles / Coreggi la postura se vuoi muoverti senza dolore

Coreggi la postura se vuoi muoverti senza dolore

verosalute_2010-11La prevenzione è fondamentale fin dai primi anni; il clima freddo aumenta i rischi.

“Vero o Falso?”

Prevenire è meglio che curare. Ne è convinto il professor Giuseppe Basile, ortopedico di Milano. «Il controllo della postura fin dalla prima età, intorno ai 3-4 anni», spiega lo specialista, «è di fondamentale importanza per consentire di inquadrare il soggetto nella sua globalità, al fine di prevenire l’insorgenza di eventuali patologie che si possono manifestare nell’atto della crescita, come per esempio la presenza di un piede cavo, piatto, il ginocchio valgo e così via». La postura è quindi il migliore mezzo per prevenire patologie all’apparato locomotore. Approfondiamo l’argomento, con l’aiuto dell’esperto.

É importante registrare le impronte plantari

VERO

L’ortopedico valuta, fin dalla prima età, se il soggetto presenta deviazioni della colonna vertebrale. Un accurato esame della postura prevede anche l’esecuzione di un esame baropodometrico, eseguito su una pedana con sensori che registrano le impronte plantari sia da fermi sia nel corso della camminata. I risultati vengono elaborati da un software e rappresentati da illustrazioni grafiche indicative della “mappatura” plantare, identificando la presenza di eventuali alterazioni, causa di dolori e disturbi funzionali.
«Un cattivo appoggio dei piedi può condizionare l’insorgenza di una serie di patologie quali metatarsalgie, talalgie (dolore a livello del calcagno), fasciti plantari, entesopatie diffuse, da verosimile scovraccarico funzionale, oltre a favorire scompensi biomeccanici causa di squilibri posturali che, se non precocemente evidenziati, risultano irreversibili (cifosi, scoliosi, varismo tibiale, valgismo del ginocchio)», mette in guardia il professor Basile.

Chi pratica sport non deve tenersi sotto controllo

FALSO

Il controllo della postura è molto importante nella persona giovane che pratica sport. «Intervenire con un programma migliorativo è fondamentale per la performance della prestazione sportiva», sottolinea il professor Basile. «Una mia paziente, una podista giovane, era in cura da un collega perché aveva un’infiammazione cronica alla tibia e tutti gli esami erano negativi. Abbiamo poi scoperto che questa ragazza, per un cattivo appoggio dei piedi, sovraccaricava il peso del corpo a livello della tibia e questo le causava un’infiammazione nella zona della tuberosità anteriore. A causa della persistenza del dolore, il suo rendimento atletico-sportivo risultava compromesso. La causa di questa infiammazione è stata completamente risolta, grazie all’utilizzo di un plantare propriocettivo».

A volte è un vizio che ci si porta dietro fin da bambini

VERO

Il discorso della postura è molto delicato. Ci sono bambini che, per una loro comodità, assumono una postura sbagliata che viene perpetuata nel tempo, senza neanche accorgersene. Fino a quando, a un certo punto, salta fuori un male alla schiena, al ginocchio o all’anca, e si scopre che l’origine di qeusto dolore è legata a un vizio della postura. Occorre che la visita venga fatta da un bravo ortopedico che si occupi di postura e che abbia una certa familiarità con questa branca della medicina.

Il freddo non c’entra

FALSO

Con il freddo, molte persone vanno in giro rannicchiate e con le spalle ricurve, per una sorta di reazione alle temperature rigide. Dopo qualche ora, poi, si lamentano che hanno mal di schiena. Che cosa fare quindi? «Occorre sottoporsi a una mirata attività ginnico-sportiva, per rielasticizzare i muscoli e riprogrammare un eventuale vizio di postura», risponde il professor Basile. «Per il controllo della postura, inoltre, è importante fare uso di calzature adeguate. Negli anni, gli ortopedici e i medici dello sport consigliano spesso calzature “bombate” che, sfruttando la naturale instabilità del passo, attivano e tonificano i muscoli, migliorando l’equilibrio posturale, facilitando il consumo di calorie, proprio perché si fanno lavorare tutti quei muscoli fino ad allora inattivi. Ne consegue una maggiore attività della muscolatura della schiena, dei glutei e delle cosce, quindi un corretto controllo posturale, con conseguenti benefici su muscoli, tendini e articolazioni».

Vero Salute, 12 Novembre 2010

Recommended Posts
Basile-articolo-soffocato-pizza-18-mesialluce-valgo